ore 19.00 in via bellini 16 per l’incontro con il gruppo gnambellino…

grazie al cielo esistono anche queste realtà! Per una serata mi son sentita nel mio elemento… beh non conoscevo nessuno ma vedere queste persone (età media 30/40 anni) così coinvolte nella scelta dei cibi, così consapevoli di cosa e come comprare… mi ha tranquillizzata!

non sò bene cosa succederà, come ale ed io ci organizzeremo con questo  nuovo metodo di organizzare-comprare il cibo!

vedremo… cmq son curiosa!

Oggi è il compleanno di ale e l’altro anno io mi trovavo in nz e non ho potuto essere vicino a lui!
Che strano alzarmi ogni mattina vicino a lui e andare a letto guardandolo… ma è possibile che io abbia passato un anno dall’altra parte del mondo… non mi sembra vero… tornare nello stesso ambiente, con le stesse regole dopo un anno di bolla galleggiante in mezzo al paradiso non è semplice, affatto!

ebbene, mi sento persa… ma è un  sentirsi persa senza alcun attacco di panico… è un semplice atto di realtà: beh oggi 26 marzo mi sento persa… così è!

punto! prendo atto!

Giusto una piccola riflessione!

Dopo un anno “de sabbatico” è il caso di fare un pò di visite di controllo… giusto per stare tranquilli e per avere il tagliando che ti dice: ok ci vediamo l’anno prox!

quindi visita di rito dalla dottoressa evvia con dentista, oculista, ginecolo e già che ci siamo raggiX per capire a fondo cosa succede alla mano!

Insomma vado dall’oculista e mi fà” la sua vista è stabile ma le consiglio di…. tadadadatà…” e giu una serie di analisi e bustine di vitamine per 2 mesi!

domani dentista e temo che il mio portafoglio già profondamente provato si riduca ancora di +!

vabbuò… c’è poco da fare e come mi ha detto la mia dottoressa passati i 30 è una discesa… tra analisi, controlli, referti, buste da ritirare, ticket da pagare …. ArghhhhHHH! che stia invecchiando?!

il rientro si stà facendo sempre + difficile …. eheheheheheh!

ho deciso che continuerò a tenermi stretto questo manuhiri!
e forse un giorno scriverò anche in inglese per i miei amci nz… chissà… già è difficile parlare, figurarsi scrivere!

quindi eccomi in italia… dopo un mese!

prima di dedicarmi all’italia (prox post!) descrivo gli ultimi gg in nz!

Rileggendo l’ultimo post devo ammettere che lo stato d’animo ha condizionato un pò la visione di riverside! però è vero che la riverside estiva è diversa rispetto a quella riverside invernale e primaverile che ho conosciuto! Forse ha contribuito anche il fatto che c’erano anche molte persone (ricoverate) dal RainbowGathering: spiegato in soldoni: circa 3000 persone si riuniscono in qualche luogo inacessibile naturale e sopravvivono in completa autogestione!
beh, a posteriori me ne hanno raccontate di belle: ammetto che la questione per me era troppo estrema! no grazie!

fatto stà che molti di quei ragazzi hanno trovato rifugio a riverside, allegramente, senza pagare, enza lavorare e sfruttando gli ambienti e gli orti con grande orrore di felicity e di maran: che letteralmente si spaccano la schiena per far crescere quelle piantine!

cmq al di là di questo è stato anche un piacere tornare: a godermi verena per pochi giorni, olef, il mio fratellone!, lucie che è tornata in tempo per salutarmi, maran, felicity e tutti gli altri!

ed è stato bellissimo “l’ultima cena” dove doria ha preparato per me un delizioso piatto cinese! ovviamente prima di iniziare c’è stata il classico “”buon appetito” in tutte le lingue! Con tanto di richiesta di discorso … avvo un groppo alla gola enorme! e il mio discorso è stato guardare negli occhi uno per uno tutti i miei amici con lo sguardo appannato dalle lacrime!

insomma son sempre che piango!! ehehehe

bello bello BELLO!!!

Il giorno dopo, abbiamo fatto doppia colazione insieme (la prima io, olef e lucie) la seconda con tutti li altri! e poi ho preso l’aereo per Auckland! Mentre aspettavo all’aeroporto di nelson mi son messa a farei fiori con le flax!

Arrivata ad Auckland c’era carlene ad aspettarmi! Praticamente non ci siamo conosciute!

E’ stata una gioia passare una settimana da loro con jack e molly! in una casa meravigliosa ancora in ristrutturazione: ma veramente accogliente!
Mi son sentita a casa, mi hanno accolto come una di famiglia! considerando che ero abituata a fare sempre dei lavoretti per ricambiare l’ospitalità: beh là non mi hanno lasciato far niente! ehehehehehe!
Mi son anche goduta Auckland! a modo mio: musei e giardini!
ho fatto un salto anche ad Hamilton a salutare Kevin e Judith: che sono stati splendidi con me!
Poi Karl e Miho son venuti a salutarmi: che bei momenti! che bell’amicizia!
infine il grande giorno, l’inizio di

VIPASSANA course!

Dedicherò un breve post a questa esperienza: credo una delle cose più difficili che abbia mai fatto in vita mia!

terminato il tutto il 7 febbraio! Il giorno dopo, nel pomeriggio mi son incontrata con COLIN, RICARDO, MIHO e KARL per bere qualcosa insieme!
E’ stato un momento magico stare con un pezzo di Riverside in mezzo a Auckland in un amiente cool!
Poi è arrivata Carlene con jack e molly e siamo andati a mangiare fish&chips in riva al mare di fronte a Rangitoto!

Vipassana è terminato ed è terminato nel migliore dei modi!
Il giorno 7, in tarda mattinata, miho, karl, riccardo ed io abbiamo lasciato il vipassana center per dirigerci verso auckland!ricordo la strana sensazione di essere seduta in macchina e guardare scorrere le colline, il mare dal finestrino, poi le villette e la città!

Ci siamo fermati in un caffè carino vicino a ponsoby per riassaporare la città (!) e per fortuna che era aucland e non milano! Poi ci siamo diretti a casa di claire, ragazza burmense che abbiamo conosciuto praticamente l’ultimo giorno di vipassana e che ci ha offerto un pranzo burmense, appunto!

Entrando in quella casetta tipica degli anni 60, tutta in legno, carina e spaziosa e stare con alcune delle persone con sui ho condiviso 10gg di fatiche e dolori è stato bello e intenso.

la tavolata era composta da una burmense, 1 japponese, una irlandese, 1 colombiano, 1 kiwi, 1 italiana, 1 slovacca… fantastico!
il cibo BONISSIMO!

Il pomeriggio lo abbiamo passato io, karl e miho con claire ha parlare di noi, delle nostre esperienze e dei nostri desideri! Intenso e bello!

insomma un bel modo per concludere il vipassana!

il giorno 27 alle ore 15 ho incontrato karl, miho e  ophelie al parco di ponsoby road, abbiamo mangiucchiato qualcosa per poi partire per il centro vipassana a nord di auckland.

E’ lì che ho incominciato a realizzare come avrei passato i 10 giorni successivi!
Opheliè era letteralmente terrorizzata “why are we doing this??!” seduta sul prato con il suo zaino e la sua arpa!
Come al solito Miho tranquilla mentre Karl ci guardava da soto le sue ciglia e con un ghignetto del tipo: io l’ho fatto almeno 2 volte e non è semplice!

Vabbuò… è lì che ho realizzato che non ci è concesso parlare (e questo lo sapevo… ma non sapevo che non potevo neppure avere contatti fisici o visivi con gli altri?) avere carta, penna, cell, libri, cibo e neppure vestiti sgargianti!

Dopo 1 ora di macchina eccoci arrivati e chi ti becchiamo ad aspettarci?! riccardo! Lui è lì da 20 giorni … quindi +10 del nostro vipassana un totale di 1 mese!

Preparato la camera, disfatto le valigie, mangiucchiato qualcosina ecco che scattano le 18 di sera: silenzio!
vipassana inizia!

ora mi è estremamente difficile descrivere giorno per giorno cosa è successo: ogni singolo minuto di ogni singolo giorno mi è sembrato un’eternità, ma alla fine non mi son sembrati 10 gg bensì una lunga intensa giornata di 50000ore!

Sono entrata completamente in para la mattina del 3 giorno! mi son piazzata di fronte al manager, piantata a piedi larghi e mani nei fianchi e bisbigliando (non è concesso parlare con tonalità della voce normale) dove posso prentere un bus per andarmene da qui!? lei con un paio d’occhi… “veramente non c’è nessun bus che passa da queste parti! va tutto bene!?” … ovvio che NO che no va bene, certo che non stò bene e voglio capire come posso andarmene da qui!
Se vuoi puoi parlare con il maestro…
no guarda, non ci siamo capiti, ho bisogno di sapere come andarmene…
beh c’è sempre qualcuno che va a auckland, basta organizzarci e puoi aggregarti se vuoi
… ok grazie… e me ne son tornata tranquilla tranquilla a meditare: mi bastava essere certa che era una mia scelta essere lì!

potete scaricare il libricino per rendervi conto di cos’è vipassana!
Vipassana Booklet

Non mi sento in grado di consigliare a nessuno Vipassana ma a conti fatti è stata una fantastica esperienza con me, myself and I.
Credetemi è stata una tra le cose più difficili che abbia fatto in vita mia…. mai avrei creduto che stare 10 gg costantemente collegati con la propria mente fosse così difficile!

http://www.3per3.it/NZ/

Da 3 giorni ale ha lasciato la nz e … mannaggia pupazza … tutto quello che avevo imparato, che credevo mi appartenesse, la calma che pensavo di aver trovato accanto alla tranquillità… tutto a quel paese!

Ale se ne è andato e mi se sento persa… penso che più che persa … sento proprio la mancanza della persona che amo e che tanto mi ha stupito in questo mese insieme!

Ritornare a riverside è stato una grande colpo… come al solito è meglio lasciare un posto quanto è ora di lasciarlo, quando ancora il ricordo è fresco, sincero, pulito e comunque positivo (positivo come risultato della differenza tra positivo e negatico: non sogno una sognatrice: qui non è tutto perfetto!)

Ritornare senza le persone del corso, con l’estate in atto, con tutte le dinamiche cambiate, con facce dieverse, con mooolte più persone è come andare in un posto nuovo e quindi ristabilire nuovi equilibri!

So per certo che verena è contenta di vedermi (anche se ha molto altro per la testa) … so per certo che tutte le persone che c’erano prima son ben contente di vedermi, e infatti gran feste, ma purtroppo non sono tante!

Ora felicity, una ragazza che ha fatto parte del corso è qui a riverside come lavoratrice con il compito di vendere gli ortaggi e trovare nuovi canali di vendita… lei ha partecipato alle riunioni della comunità, è entratta in diretto contatto lavorativo con questo mondo e come immaginavo… non è mica semplice!

Come al solito una cosa è immaginare, intuire che c’è qualcosa che proprio bene ben non và… altra cosa è sentirlo dire dalle parole di un’amica!

Ripeto: sognatrice non sono e son sempre stata conscia di quella che è la realtà di riverside ma devo ammettere che quando sono arrivata qua in inverno per me è stato il momento giusto per assaporare la riverside invernale e la riverside primaverile… il suo risveglio è equiparabile al mio di risveglio…

ma ora qui c’è un pandemonio e io non mi sento parte affatto!

Amo e continuerò ad amare questo luogo, questo di sicuro!

Ma se prima sentivo il bisogno di allontanarmi per un po’, per poi tornare e riassaporare la vita di comunità, ora sento il bisogno di cambiare ancora, tenermi ben stretto il bagaglio fantastico ed andare avanti!

Andare a auckland e poi vipassana con 10 giorni di silenzio in meditazione!!!!!

lungo black out con il mio blog ed ora e’ ben difficile riprendere le fila del discorso….

soprattutto dopo l’arrivo di ale… il mio meraviglioso disastro: che sbaglia la data di arrivo!!!!

La settimana prima dell’arrivo di ale e’ stata anche l’ultima settimana del corso di permacultura che ho scelto di passare come una tesi perche’ ho deciso di fare un libricino con tutte le ricette di cucina, di health care, di giardinaggio che abbiamo imparato durante il corso!
I disegni son stati fatti da lucie, ragazza francese nonche’ mia flat-bed-mate!
Son riuscita a fare un libricino di 90 pagine in meno di 10 gg chiedendo, anzi rompendo a tutti, ricette, frasi, contributi… insomma un bel lavoretto!

ecco qua la versione pdf del libro: as you feel WEB
il libro poi e’ stato ritagliato, forellato e unito con foglie di flax! insomma orgogliosa!
E il 12 dicembre c’e’ stata la festa finale con tanto di consegna diplomi (che non ho ricevuto perche’ ho mancato ad alcune lezioni! terminero’ il corso a milano!) e ad ogni studente e’ stato dato un Pounamu ovverso un pendaglio fatto di greenstone e la collana e’ stata fatta da Yanti e maria (ragazze tedesche!) … e il mio libro!

Ebbene anche se non ho terminato il corso la collana e’ stata data anche a me per il contributo dato al corso e per il mio libro!

che bellezza abbracciare verena e gli altri!

quante lacrime… uff… son sempre che piango!

L’importanza di questo Pounamu e’ che non lo puoi comprare … ma lo devi ricevere come regalo altrimenti non e’ in grado di proteggerti! e ognuno dei miei amici ha “messo dentro” un piccolo pensiero stringendo la pietra: la conservero’ per sempre con me!

e infine il giorno dopo il grande giorno!!!
se da un lato questa full immersion sul libro mi ha aiutato a passare le mie giornate velocemente … dall’altro mi son svegliata dopo 10 giorni dicendo: oddio arriva ale!!!

e infatti la mattina del 13 avevo organizzato di andare a nelson in macchina, prendere l’aereo per chc e poi tornare in volo a nelson con ale e poi guidare fino a riverside!

Insomma ero troppo agitata anche perche’ alcuni dei miei amici del corso se ne sono andati durante la mattinata ed io letteralmente non capivo piu’ nulla… quindi fiori di bach a gogo’ e poi i miei amici hanno deciso che non era il caso di mandarmi da sola a nelson cosi’ in 9 siamo partiti e mi hanno lasciata all’aeroporto!!! per poi venire a riprenderci!!!

Aspettare all’aeroporto di nelson e poi di chc e’ stao un lungo-breve sogno!
Quando poi ho visto uscire ale dalle porte scorrevoli che emozione!!!!

ammazza che emozione!

Non finivo di toccarlo da quanto non mi sembrava vero di averlo li’ con me… in questa terra che mi ha dato tanto!
Poverino lui tutto sbalordito ed scombussolato: non capiva niente con me di fronte!
Insomma abbiamo avuto bisogno di un paio di giorni per rimetterci in linea!
Avevo una gran paura, assieme aduna gran voglia di vederlo, ma la lontananza di 10 mesi non son pochi… pero’ tutto si e’ rivelato bello, fantastico e assolutamente normale!

Ecco: il fatto che piu’ mi ha meravigliato: la normalita’ poi di avere ale li’ a fianco a me!!!!
forse perche’ c’e’ sempre stato!

insieme!

 

eccoli!!!

Dopo tanto girovagare mi ritrovo nella prima tappa… omori, con UncleDoro!

Lasciare riverside, lasciare per circa 10gg per poi tornare, non è stato affatto semplice, eppure sentivo che dovevo farlo…
che devo imparare ad apprezzare e conoscere nuovamente anche quello che è l’altro mondo!
Parlo di altro mondo perchè i 5 mesi passati a riverside sono stati particolarmente intensi ed ora vedo quel luogo come il mio naturale posto di vita e il mondo esterno come qualcosa di estraneo, lontano quasi alieno… un mondo da riscoprire con questi stessi occhi che ora hanno imparato a guardarsi senza timore dentro e senza paura o schemi fuori!

5 mesi…

incredibili, assolutamente incredibili…. oggi sull’autobus da wellington ad omori ho cercato di fare il punto della situazione sui luoghi e le tappe che ho toccato … e riverside mi si presenta come un’incredibile avventura senza tempo e senza confini… incredibilmente lunga e corta, intensa e leggera, stupenda e melanconica… mi salgono le lacrime agli occhi all’idea che solo per altri pochi giorni potro’ ancora accompagnare giorgino per le sue camminate e perdermi nella bellezza dei paesaggi che mi hanno parlato e insegnato tanto!
Solo per altri pochi giorni potro’ godere delle compagnie e delle amicizie … nessuna tragedia … ma un’incredibile senso di sbigottimento … e come se qualcosa che sembrava durasse all’infinito di colpo terminasse!

Ora capisco perchè l’esperienza anversese vi abbia segnato così tanto Ho un sogno riccorrente durante il dormiveglia… mi sembra di essere in un letto in una stanza che riconosco essere la stanza di milano (senza essere il mio adorato soppalchino) e mi dico “sei in italia, sei tornnata, non sei piu’ in nuova zelanda… “ e un’incredibile sorpresa mi assale, sbigottimento, tuffo al cuore … e allora sento una strana energia melanconica che mi assale: ok, è finita, ora sei qua cerca di far qualcosa, raccogli tutta l’energia e datti da fare…!

Speriamo…

tra meno di un mese arriva ale e non vedo l’ora di fargli conoscere questo mio mondo… cammino ad 1 metro da terra all’idea del suo arrivo ma contemporanemente il suo arrivo segna anche l’avvicinarsi al termine di questa mia avventura!!!

chissà…

Ora, ad Omori, mi godo la vacanza, relax, lettura (finalmente: a wellington ho comprato per 4 libri!), giardinaggio e preparativi per il tongariro great walk (4 gg)!

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930